Cerca
Close this search box.
IL TADRART MERIDIONALE DA ALIDEMMA A DJANET

Galleria Fotografica

Programma

Giorno 1
Da Roma volo per Algeri e continuazione su Djanet
Partenza da Roma Fiumicino per Algeri con volo di linea. All’arrivo, nel pomeriggio, prima di riprendere in serata il volo per Djanet, si effettuerà una vista guidata della città di Algeri. Il breve tour consentirà al viaggiatore di avere una panoramica della città. Algeri, “la blanche”, si presenta come una vastissima distesa di palazzi e case in calce bianca e si sviluppa su una serie di colline che si tuffano nel mare; il porto, l’architettura coloniale, le ripide stradine, le grandi scalinate e i vicoli della città vecchia creano un’atmosfera del tutto particolare: profondamente mediterranea ed intensamente araba. Cena libera in un locale “popolare” algerino. Rientro in aeroporto in tarda serata e volo per Djanet. All’arrivo trasferimento e sistemazione in semplice struttura locale, pernottamento.

Dal giorno 2 al giorno 8
Spedizione nella regione dell'Akakus, Djanet - Oued Amais
Djanet, "la perla del Tassili", una grande oasi di montagna di circa 20.000 abitanti. La parte antica del villaggio, abbarbicata sulla montagna, è formata da abitazioni di fango e pietra. Dalla parte alta dell’oasi si possono ammirare il grande palmeto e gli orti sottostanti.
Partiremo con veicoli fuoristrada, verso l’estremo sud-est algerino. Si costeggia la falesia del Tassili fino a giungere ad Alidemma: una distesa infinita di faraglioni rocciosi che emergono dalla sabbia dorata, un paesaggio incantato di rara emozione. Le guglie arenariche raffigurano strade di antiche città abbandonate, castelli imponenti e misteriosi, in un gioco di luci ed ombre che al tramonto trasportano il viaggiatore in un mondo magico. Attraverseremo l’ultimo tratto del Tassili e percorrendo vari uadi sino a giungere nella zona di Mankhor dove visiteremo una bella grotta con dipinti del periodo pastorale.
Lasceremo la zona di Mohamed El Kehir per seguire in parte un’antica pista carovaniera che collegava Djanet alla Libia in direzione di In Ezzane. La spedizione continua e percorrendo l’ued Tin Rada, si giunge nella zona di Aman Samernin che significa “acqua fredda”, ricca di arte preistorica. Il paesaggio si snoda tra dune dorate e rocce
l viaggio prosegue nella zona del Berjen, con la visita a Uan Tabarakat.Una traversata mozzafiato di alte dune ci condurrà attraverso paesaggi completamente differenti dove i colori, le forme, le ombre delle dune e di imponenti torrioni arenarci offrono al viaggiatore uno dei più bei spettacoli di tutto il Sahara: Mulenagha.L’atmosfera magica di Mulenagha, dove, di nuovo sorprendenti e inaspettate, sono le forme delle grandi rocce arenariche: bastioni, figure umane e cattedrali si susseguono in un emozionante gioco. Continuando verso nord giungeremo nella zona di Bohedienne, dove si visitano un interessante sito del periodo bovidiano, con eleganti bassorilievi raffiguranti buoi e una grotta con pitture raffiguranti cacciatori con abiti particolari. Si prosegue attraversando corridoi dalle nere pareti arenariche visitando altri siti di arte rupestre. La sabbia diventa sempre più scura, fino all’esplosione del rosso delle grandi dune di Tin Merzuga, dove giungeremo in serata per goderci un tramonto indimenticabile.Al risveglio ci troviamo immersi nel grandioso paesaggio di dune rosse dune di Tin Merzuga. All’orizzonte catene rocciose. Da qui, attraversando l’ued Bohedienne, visiteremo altri siti di pitture. Il paesaggio, bellissimo, offre strane figure rocciose, archi naturali e pinnacoli. Ci si addentra poi nell’ued In Djeran una spettacolare galleria di arte naturale e arte neolitica, dove si possono ammirare alcune tra le più belle incisioni e pitture del periodo neolitico del Sahara. All’uscita dal ued In Djeran si giunge presso un’ampia zona dove compaiono morbide dune gialle sfumate da una sabbia nera.

Giorno 9
Oued In Djeran - Terarat - Djanet
Partenza in direzione nord-ovest. Durante la traversata del Tassili n’Ajjer si giunge a Tin Eresou dove, presso una grotta, si possono ammirare interessantissimi dipinti raffiguranti eleganti uomini e donne che vestono abiti decorati.Si prosegue poi verso l’oued Teini, ricco di cespugli di piante profumate, da cui si può ammirare il profilo della falesia del Tassili. Riprendendo la pista per Djanet, si giunge a Terarart dove, alla base di un faraglione roccioso, si può ammirare una delle più belle incisioni rupestri del neolitico: "la vacca che piange", bassorilievo finemente lavorato. Nel pomeriggio rientro a Djanet; qualche stanza in albergo sarà messa a disposizione per una doccia ristoratrice, cena in ristorante quindi trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo notturno per Algeri.

Giorno 10
Djanet-Algeri-Roma
Arrivo ad Algeri e proseguimento per Roma. Per ragioni tecnico-operative l'itinerario potrà essere invertito o modificato dalla guida e/o accompagnatore sul posto se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo. Anche gli operativi aerei possono cambiare. In caso di variazioni potrebbe rendersi necessario un pernottamento in arrivo ad Algeri o due pernottamenti, uno in arrivo e uno in partenza

Offerta Economica

da euro 2.600€

da euro 2.600€

RICHIEDI INFORMAZIONI